Conto energia termico 2014: cos’è e come funziona?

conto energia termico 2014

Conto energia termico 2014: cos’è e come funziona? Il conto energia termico 2014 prevede uno stanziamento statale di 900 milioni l’anno. La somma stanziata è suddivida così: 700 milioni vanno alle imprese e ai privati, mentre 200 milioni vanno alle pubbliche amministrazioni. Lo Stato incrementa così la produzione di energia termica ricavata da fonti rinnovabili.

Il conto energia termico 2014 non può essere cumulato con altri bonus e copre una somma pari al 40 % dell’investimento fatto. Gli incentivi saranno erogati in varie tranche, in un periodo compreso tra 2 e 5 anni, e saranno calcolati sulla misura del tipo di intervento che si intende eseguire, tenendo in considerazione anche la zona climatica in cui si desidera installare l’impianto fotovoltaico e la potenza dell’impianto.

Gli interventi che usufruiscono del suddetto incentivo sono in parte quelli che incrementano l’efficienza energetica ad esempio l’isolamento termico o la sostituzione di un impianto di climatizzazione invernale, che sfrutti un generatore di calore a condensazione.

In parte gli interventi incentivati sono invece interventi agli impianti che mirano alla produzione di energia termica sfruttando le fonti rinnovabili, ad esempio la sostituzione di un impianto invernale con un nuovo impianto che utilizzi pompe di calore che sfruttano l’energia geotermica o aerotermica, oppure la sostituzione di un impianto elettrico che scaldi acqua con un impianto che la scaldi mediante pompe di calore. Per maggiori informazioni visita le diverse sezioni del portale ufficiale.