Conto termico: come produrre energia termica da fonte rinnovabile?

Conto termico: come produrre energia termica da fonte rinnovabile?

Conto termico: come produrre energia termica da fonte rinnovabile? In base al decreto che riguarda il conto termico, all’articolo 2, comma 1, lettera c), sono definiti gli interventi di piccole dimensioni di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e con sistemi ad alta efficienza. In modo particolare vengono normati gli interventi di installazione di impianti termici di cui all’articolo 4, comma 2, lettera a) e lettera b), con potenza termica nominale complessiva, con riferimento al singolo edificio, unità immobiliare, fabbricato rurale o serra, inferiore a 1000 kW.

Conto termico: le caratteristiche degli interventi? Per le opere definite dall’articolo 4, comma 2, lettera c), si fa riferimento esclusivo agli interventi di installazione di impianti solari termici con superficie solare lorda inferiore a mille metri quadrati.

Nella tabella A del decreto, facendo riferimento alle medesime tipologie di intervento, vengono inclusi i limiti di soglia, e quindi ai fini dell’attuazione del Decreto, i limiti di soglia sono da valutare seguendo questi criteri:

• sono ammessi interventi di installazione di generatori o gruppi di generazione di calore, in impianti di potenza termica nominale complessiva, post operam, inferiore o ugualea 1000 kW;

• è consentita l’installazione d’impianti solari termici con superficie solare lorda inferiore o uguale a 1000 metri quadrati connesso allo stesso impianto termico.

Se avete bisogno di maggiori informazioni visitate le altre pagine che compongono il nostro portale, e avrete un quadro esatto delle effettive opportunità del conto termico.