Conto Termico in arrivo il contratto tipo

Conto Termico in arrivo il contratto tipo

Conto Termico in arrivo il contratto tipo. Parte il contratto tipo per avere gli incentivi legati del Conto termico. L ’Aeeg (Autorità per l’energia elettrica e il gas) ha fornito, con la Delibera 338/2013/R/Fer, il riferimento normativo da seguire per poter accedere agli incentivi previsti dal Decreto Interministeriale del 28/12/2012 relativo agli interventi di piccole dimensioni mirate all’incremento dell’efficienza energetica ed alla produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

Il contratto in questione serve a regolare il rapporto che s’instaura tra il Gse (Gestore dei servizi energetici) e il soggetto responsabile, ovvero l’utente che richiede gli incentivi. Il Gse, che svolge la funzione di soggetto attuatore del decreto, deve verificare l’attendibilità dei requisiti per l’accesso agli incentivi. Il soggetto responsabile può essere di sei tipi: persona fisica, pubblica Amministrazione, persona giuridica, persona fisica titolare di una ditta individuale, persona fisica nata all’estero e persona fisica con Partita Iva.
L’utente può inoltrare richiesta usando le applicazioni informatiche predisposte dal Gse e, sempre attraverso applicativi dedicati, può comunicare eventuali variazioni. Il Gse è, inoltre, responsabile di monitorare sia il processo per l’assegnazione degli incentivi, che quello di erogazione e di eventuale revoca degli incentivi.

Infine, il soggetto responsabile può decidere di cedere il proprio credito dell’incentivo solo stando alle condizioni prefissate dal Gse, al fine di minimizzare i costi legati alle procedure di gestione. Sull’ammontare dell’incentivo conto termico ceduto il Gse può trattenere una somma fino a 150 euro, come copertura per le attività svolte.