Incentivi Conto Termico come nascono?

incentivi conto termico

Incentivi Conto Termico come nascono? Il DM 28 dicembre 2012, il c.d. decreto “Conto Termico”, avvia il regime di sostegno, già introdotto dal D.Lgs 3 marzo 2011, n. 28 per l’incentivo agli interventi di piccole dimensioni per incrementare l’efficienza energetica e per aumentare la produzione di energia termica, ricavata da fonti rinnovabili.

Il GSE S.p.A. -Gestore dei Servizi Energetici- è responsabile sia dell’attuazione che della gestione del meccanismo, compresa l’erogazione degli incentivi ai beneficiari. Il Decreto Ministeriale del 28 dicembre 2012 predispone un sistema di incentivazione che è rivolto: alla sostituzione o all’installazione di nuovi impianti di climatizzazione o adibiti alla produzione di acqua calda, che siano alimentati da fonti rinnovabili; alla sostituzione di impianti per la climatizzazione invernale con impianti dotati di maggiore efficienza; ad aumentare l’efficienza dell’involucro di edifici, utilizzando tecniche quali la coibentazione delle superfici opache, la sostituzione dei serramenti e l’ installazione di schermature solari.

Il decreto introduce anche degli incentivi conto termico specifici per la Diagnosi Energetica e la Certificazione Energetica, se queste sono abbinate ad almeno uno degli interventi sopra citati. Per quello che riguarda gli interventi di installazione dei collettori solari termici, anche quando sono abbinati a sistemi di solar cooling, l’incentivo viene calcolato sulla base della seguente formula:

I tot = Ci · Sl

I tot sta per incentivo totale (annuo) in euro;  Ci  indica dell’energia prodotta espressa in €/mq di superficie solare lorda; Sl  è la superficie solare dell’impianto, espressa in mq.