Incentivi Solare Termico 2013: come accedervi?

Quali sono le caratteristiche degli incentivi solare termico 2013?

Da pochi giorni il Gestore dei Servizi Energetici ha disposto una nuova sezione del proprio portale Web dedicato al cosiddetto Conto Energia Termico. Si tratta di un sistema incentivante disposto dal DM 28/12/12.

Quali intervento sono ammessi per gli incentivi del solare termico?

Il GSE identifica le tipologie di intervento per le quali possiamo richiedere gli incentivi del Conto Termico: interventi di incremento dell’efficienza energetica, interventi di piccole dimensioni per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

Per quanto riguarda le pubbliche amministrazioni, esse potranno richiedere i sussidi per ogni tipologia di intervento. I privati invece possono accedere agli incentivi solo per le rinnovabili termiche.

In alcune circostanze – quali la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti pompe di calore e/o generatori di calore alimentati da biomassa con potenza termica compresa tra 500 kW e 1 MW – potremo accedere agli incentivi solo a condizione di aver compiuto l’iscrizione negli appositi registri, purché l’utente rientri nei limiti di spesa annui.

Il massimale annuo di spesa è fissato per 7 milioni di euro relativamente agli enti pubblici, mentre tale quota raggiunge i 23 milioni per i privati.

Il Gestore sta attivando un portale dedicato alla richiesta degli incentivi, che potranno essere richiesti, seguendo diverse modalità a seconda dell’intervento, sia dalle pubbliche amministrazioni che dai soggetti privati.

Al momento non è stata ancora comunicata la data che definisce il termine per la presentazione delle domande (che termina in ogni caso al trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del primo bando fissato dal GSE).

Cos’è il Solare Termico?

Il solare termico condivide l’energia che lo alimenta per il riscaldamento o raffreddamento, tramite il cosiddetto solar cooling di un edificio.

Un impianto termico viene quindi alimentato dal sole che attraverso i pannelli solari termici (che possono essere di diverse tipologie) riesce a riscaldare la casa.

Le temperature raggiunte in media da un impianto termico sono tra i 45 e i 65 gradi.

L’installazione dei pannelli termici richiede una porzione libera sul tetto, con orientamento verso sud e possibilmente senza ombreggiature ( che riducono l’efficienza energetica dei pannelli solari termici).

In alternativa è possibile anche l’installazione in giardino, ma occorrerà valutare bene la distanza dall’edificio ed eventuali possibili dispersioni di calore. Possibile e spesso consigliata la realizzazione di impianti condominiali, considerato soprattutto il calo dei costi d’acquisto con l’aumentare delle dimensioni dell’impianto.

Le installazioni hanno inoltre bisogno della DIA (Dichiarazione di Inizio Attività).